Quali sono i passeggini trio più costosi? Guida ai modelli e consigli per la scelta

Di tipologie ve ne sono molte, soprattutto quando ci si accosta ai sistemi modulari, cosiddetti  “combinati”, ed in base alle funzionalità che propone, il prezzo cambia. Oscilla forse. Perché? Cosa propongono di così particolare questi modelli da richiedere prezzi diversi dai soliti passeggini? La premessa è d’obbligo: ogni casa produttrice presenta la sua specifica gamma di peculiarità ma , grosso modo, tutte sono in grado di fornirvi di :

  • un Telaio
  • un passeggino
  • una carrozzina 
  • un ovetto per l’ auto
  • alcuni opzionali

Il punto di domanda dunque si estende alla soluzione percepita come più idonea al proprio bebè.

Verifichiamo, quindi, i tratti essenziali di ogni componente del trio.

Il telaio

La scelta del telaio si basa su diversi costituenti. Bisogna in particolar modo soffermarsi su : maniglione, ruote, tipo di chiusura. Il maniglione può essere preposto come unito o separato. Perlopiù è di colore neutro, in tutte le possibilità proposte in commercio. Il maniglione unito è suggerito ai genitori dinamici. Il maniglione separato fa al caso invece di coloro che adoperano il passeggino solo per situazioni di relax, magari per lunghe passeggiate.

Le ruote del sistema modulare

Le ruote possono essere disposte in varie grandezze . E’ utile acquistare la ruota più giusta in base alla superficie sulla quale sarà usata. Se si vive in città, è preferibile individuare una ruota medio piccola, liscia. Se si abita in montagna o in campagna, a contatto con lo sterrato si può invece valutare una ruota zigrinata.

Le tipologie di chiusura dei passeggini trio

Passiamo alle diverse tipologie di chiusura del congegno; le più utilizzate sono “a ombrello” e “a libro”. La chiusura a libro evita l’ ingombro del telaio  mentre la chiusura ad ombrello, lo ridimensiona, allungandolo.

Prima di scegliere, è importante pensare a come il passeggino verrà usato ed anche a dove sarà spesso collocato. Peso e dimensioni insomma faranno pendere l’ago della bilancia tra i diversi modelli.

A libro è la soluzione semplice, da gestire con una mano.
A ombrello, è generalmente più leggero, ma deve essere afferrato con entrambe le mani.

Un costituente essenziale: la seduta passeggino

Il passeggino del combinato trio è  una parte del congegno che ha un’ intelaiatura propria. E’ sempre reclinabile ed è accostato ad una cappottina. Nella quasi totalità dei casi si monta secondo due possibilità :  sia fronte-mamma che fronte- strada.

Nei passeggini modulari più all’avanguardia, la seduta passeggino é del tutto sollevabile e permette di essere divelta in modo integrale e consentire quindi al telaio di rimanere nudo per eventuali altri possibili utilizzi, anche momentanei.

La carrozzina trio

La carrozzina, ovvero l’ex porta-enfant, è una sorta di culla removibile, dove il bambino può riposare stando del tutto sdraiato.  Si tende ad utilizzarla, tendenzialmente, dagli 0 ai 6 mesi. Alcune tipologie sono più grandi e spaziose mentre altre essenziali. Restano comunque il posto dove il bambino svilupperà la sua colonna vertebrale. Proprio a tal motivo, occorre valutare la più idonea tra le numerose carrozzine trio.

Il bambino in viaggio: l’ovetto auto

Il seggiolino auto è omologato per bambini che presentino un peso oscillante tra 0 a 13 kg: sarà adoperato infatti entro i primi dodici mesi di vita. Ed è rilevante per la sicurezza in auto del piccolino. Si adopera sempre in senso contrario di marcia, come illustrato sul manuale di informazioni. Il seggiolino offre una serie di ganci da inserire oltre ad una fascia, per organizzare la seduta da auto in modo affidabile.

Quale brand scegliere?

Alcuni brand sicuramente hanno sviluppato una certa affidabilità negli anni di presenza sul mercato; citiamo  ad esempio : trio Chiccotrio Foppapedretti, trio Inglesina, trio Janè,  ma anche la Peg perego. E’ anche vero che altre case produttrici si stanno affacciando a questo segmento di mercato, in modo serio. 

Indipendentemente dalla marca individuata, un trio (o anche detto passeggino modulare) si abbina a cifre esose dato il potenziale che offre. In ogni caso considerate, più che a quello che viene favorito dai commessi o dai parenti come dagli amici, alle vostre reali esigenze;  la valutazione della tipologia da acquistare è quanto più di personale ci sia. Chi può sapere di cosa potresti aver bisogno se non tu?   

Esistono comunque diverse offerte lanciate per i passeggini trio rintracciabili su molti siti dedicati allo shopping per la prima infanzia. Ovviamente i costi variano  a seconda del marchio scelto e dell’offerta attivata. Troviamo soluzioni trio a meno di 200 euro così come proposte di trio con ruote grandi e prezzi altissimi, a partire dai mille euro. Confrontando, anche tra loro, i siti giusti, potreste scoprire le offerte più vantaggiose per voi e acquistare prima che sia eliminate! In alternativa si può sceglier di farsi prestare un passeggino trio ma il suggerimento  è quello di sapere esattamente da chi sia stato adoperato. I bimbi sono delicati e come tali vanno protetti da qualsivoglia genere di allergie e altre possibili ragioni di infiammazioni da contatto. Meglio pensare ad un salvadanaio da riempire nel tempo, e poi rompere per l’acquisto giusto!

 

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di infanzia e tutto ciò che intorno ad essa ruoti. È moglie e mamma.

Back to top
menu
miglioripassegginitrio.it