Passeggini trio economici: quali scegliere? Guida ai prodotti per caratteristiche e costi

Il trio è uno degli strumenti destinati a essere utilizzati più a lungo quando in casa arriva un bambino. Accompagna la sua crescita per molto tempo e, a meno che non si abbiano esigenze specifiche o particolari, è in grado di favorire i primi bisogni di spostamento in diverse situazioni. La struttura è munita spesso di ruote piroettanti in quanto deve essere semplice da manovrare; ancora è previsto un ovetto, la culla e il passeggino.

È difficile volgersi tra i tanti modelli oggi proposti: in apparenza tutti uguali, nascondono invece differenze importanti che possono rivelarsi potenti delusioni se non esaminate attentamente. Chi non vuole rischiare e sperperare il proprio denaro ma non ha tanto tempo per vagliare con calma tutte le ipotesi accessibili, potrebbe prendere in esame le nostre proposte.

Come scegliere la migliore carrozzina trio

Le carrozzine trio sono così definite per via delle componenti in dotazione, che accompagnano la crescita di tuo figlio, adattandosi, in base al periodo della crescita, alle sue esigenze. In questa guida, attraverso l’ausilio di molte recensioni, passate al vaglio, ci proponiamo di fornirti una rassegna utile a orientare la tua scelta.

Pensati unicamente per facilitare il trasporto dei piccolissimi, dal primo giorno di vita fino a circa i tre anni, i tre costituenti di questo passeggino si prestano a donare quanti più comfort a chi porta e a chi è portato, addirittura in auto. Ci sono prontezze di cui tenere conto prima di prediligere una carrozzina trio, al di là dell’aspetto estetico o del costo. Pensa bene a quali sono le tue necessità e verifica quale trio fa al caso tuo.

Attenzione all’ingombro

Un errore ripetuto, anche se giustificato dall’amore per tuo figlio e per questo evidente, è quello di scegliere i modelli di carrozzina esistenti sul mercato più in base al fattore estetico e all’aspetto accogliente, che a principi di trasportabilità.
È importante rammentare che questo tipo di complementare non viene usato solo per trasportare il tuo bambino per parchi o aree verdi, ma può anche dover essere montato in auto, portato su e giù attraverso rampe di scalinate anche ardue e, soprattutto, inserito in spazi stretti tra un uso e l’altro.

Le dimensioni devono quindi essere ridotte o riconducibili al minimo, curvando l’armatura. I materiali devono inoltre essere sottili, per non appesantire eccessivamente la tua schiena durante il trasporto.

Guida all’acquisto: le componenti di un trio

Per seguire la crescita del tuo bebè e offrirgli un posto comodo durante le vostre passeggiate, le carrozzine trio sono formate da tre elementi interscambiabili, che si possono saldare alternativamente alla struttura base. Quando confronti i prezzi e le classificazioni, vedrai che il primo costitutivo, la cosiddetta navicella è un comodo lettuccio in grado di fasciare tuo figlio per offrirgli il massimo del sostegno nelle sue prime fasi di vita.

L’ovetto, che andrà a prenderne il posto con il passare del tempo, è invece un letto più spazioso per concedere piccoli spostamenti e cambi di posto. Il passeggino, infine, è una soffice sedia, con cinture protettive, che anticipa i primi passi.

L’importanza di un montaggio facile

Un modello componibile ti consente di cambiare la parte superiore, in base alle necessità del tuo bambino, o semplicemente di toglierla per un trasporto più semplice, soprattutto a bordo dell’ovetto o della navicella. Quando ti trovi a valutare la carrozzina trio più adatta a te, è rilevante controllare che il montaggio possa essere compiuto con poche e facili mosse, con la garanzia però di un fissaggio fermo e in grado di mantenersi stabile di fronte ai movimenti, anche ribelli, di tuo figlio.

Un altro aspetto da non tralasciare è l’altezza a cui si trova la carrozzina al momento del cambiamento, che dovrebbe essere tale, come nelle migliori marche, da ridurre lo sforzo da parte della tua schiena, nell’ istante in cui ti trovi a piegarla.

Le migliori carrozzine trio

Quale passeggino è più adatto al nostro bambino? La scelta può essere difficile vista la vastità di modelli, di marche e dei prezzi recuperabili nei negozi. Prima di acquistarlo facciamo attenzione alle grandezze del vano ascensore presente nel nostro palazzo ma misuriamo anche le porte e il baule dell’automobile.

Per i primi mesi, quando il bambino è piccolo, è importante considerare la seduta ergonomica, agevole, gli ausiliari in dotazione (come la cappottina), il tipo di ruote e l’opportunità di reclinare lo schienale totalmente per far riposare il bambino. Dopo i primi anni può essere più comodo invece passare ad un passeggino più maneggevole, di forme e peso minimi.

La carrozzina trio comunque riproduce un’ottima possibilità per tutti i neo genitori che non hanno “ereditato” alcun elemento del corredino per il bebè da amici e parenti. Con un solo compero, infatti, potranno provvedere a tre utilissimi prodotti. Trattandosi di una spesa forte, vi invitiamo a valutare bene, in seno alle offerte, quello che maggiormente vi colpisce.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di infanzia e tutto ciò che intorno ad essa ruoti. È moglie e mamma.

Back to top
menu
miglioripassegginitrio.it