Passeggini trio con ruote grandi o piccole: cosa scegliere? Guida al confronto, differenze, specificità

Quali caratteristiche deve possedere un passeggino Trio per soddisfare esigenze di praticità e sicurezza? Dal primo passeggino che acquisteremo per il nostro piccolino ci aspettiamo tutte quelle peculiarità in termini di solidità, robustezza e comodità che avevamo individuato nella carrozzina.

Il bimbo inizia infatti ad usare il passeggino dopo i 6 mesi, quando la sua schiena è in grado di stare dritta da sola così come la testina. Prima del passeggino è possibile adoperare l’ovetto come mezzo di trasporto intermedio tra carrozzina e passeggino qualora abbiate acquistato la soluzione trio e dunque possiate agganciare l’ovetto sullo stesso telaio della carrozzina e del passeggino!

Le principali caratteristiche del passeggino

Il passeggino deve essere composto da una poltroncina agevole ed anatomica. Il bimbo deve poter stare seduto con facilità nel passeggino, pertanto non solo lo schienale, ma anche le due ali laterali devono essere abbastanza imbottite (potrà accadere che il bimbo vi appoggerà la testa). Nei primi tempi, i percorsi fatti con il passeggino devono essere di breve durata per far adattare il bebè al nuovo mezzo di trasporto ed evitare di appesantire la sua delicata schiena.

Il tessuto con cui è composta la poltroncina deve essere resistente ma soprattutto facilmente lavabile visto che spesso nel passeggino il vostro bimbo mangiucchierà qualche biscotto o altro.

Le ruote: grandi o piccole?

Tra le differenti tipologie di passeggini per bambini, il modello leggero con ruote grandi offre alle mamme ed ai papà amanti delle lunghe passeggiate, la possibilità, proprio grazie all’estrema maneggiabilità in ogni tipo di tragitto, sia stradale ma anche fuori strada sentieri anche zeppi di ciottoli, con varie pendenze, di essere guidati con maggiore semplicità.

Parliamo quindi di una tipologia di passeggino leggera, in grado di poter essere guidato con prontezza nei cambi di rotta, seguendo sentieri non propriamente semplici come insomma con ruote grandi, idoneo per dei genitori sportivi, rivolto anche a coppie che non intendono rinunciare al viaggio, anche nei primi tempi di vita del bambino. Ovviamente i passeggini ruote grandi sono utili in ogni situazione, anche in città, nei centri commerciali, facilmente ripiegabili per essere inseriti nel baule dell’automobile, ma la vera chicca  di questa carrozzina è l’estrema facilità di utilizzo unita ad un peso veramente limitato nel complesso.

L’idea con cui è stato concepito questo tipo di passeggino lo vuole resistente, fabbricato con materiali performanti, dotato di ruote grandi per tragitti su superfici sconnesse, resistenti su tutte le superfici, urbane per tragitti cittadini, centri commerciali, ma anche in condizioni di viabilità più articolata come parchi privi di vialetti asfaltati, anche spiagge.

I modelli di passeggini con ruote grandi

In Italia, i modelli di passeggini caratterizzati da ruote grandi sono di recente diffusione ma subito hanno sposato il parere favorevole  di mamme e papà.

La tipologia di congegno è concepita con materiali ultra leggeri, stoffe altrettanto leggere ed altamente impermeabili, design quanto più ricercato per concedere l’estrema maneggevolezza di materiali molto resistenti, alle intemperie o ad altre situazione portatrici di usura del mezzo.

Per questi motivi i passeggini a tre ruote grandi sono anche considerati come passeggini ideali in ogni situazione, perfetti per genitori ‘viaggiatori’, che già dopo pochi mesi si concedono il piacere del viaggio, forti di avere al loro fianco un congegno  perfettamente ripiegabile per la messa in stiva in aereo, ma anche per la collocazione in barca, in nave o in auto.

Nel momento in cui definirete il vostro orientamento per un passeggino a tre ruote grandi, dovrete selezionare modelli che non rispondono alle necessità di una massima capacità  di utilizzo, quindi limitativi nell’uso.

Cosa considerare prima di acquistare

Il primo elemento di considerazione dovranno essere le ruote, di diametro ampio, decisamente piroettanti su perni muniti di cuscinetti scorrevoli, quindi pronti a sterzate brusche senza bloccare il meccanismo, quindi la ruota stessa, al fine di non bloccarsi durante il tragitto ma di superare ostacoli con sicurezza, eludendo sterzate passive dovute a piccoli ostacoli incontrati sul percorso.

Un secondo fattore da vagliare è la seduta del bambino, possibilmente regolabile durante tutte le fasi di sviluppo; deve essere sempre comoda ed ergonomica. Il passeggino con ruote grandi, deve dare luogo a a richieste di prontezza dinanzi a improvvisi ostacoli senza però inficiare la comodità della seduta per il bebè.

Ricordiamo che sovente il viaggio è una nostra esigenza, per quanto passeggiare all’aria aperta sia una grande occasione per la salute del bimbo, quindi nella piena e consapevole domanda di dotarsi di un passeggino performante ed maneggevole, non dovrete alterare il comfort del bambino che il più delle volte vivrà la passeggiata dormendo.

La seduta reclinabile e multi-posizione, quindi, consente cambi di postura al bambino, reclinabile sino alla posizione sdraiata per riposini felici in assoluto stato di relax. E’ proprio studiata per essere goduta per un lungo periodo, quindi per bambini trasportati dall’età neonatale sino ai tre o quattro  anni di vita o ai circa 20 kg di peso.  Un vero bolide per mamme e papà ai quali piace la passeggiata senza rinunciare  a trascorrere tempo con i figli.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di infanzia e tutto ciò che intorno ad essa ruoti. È moglie e mamma.

Back to top
menu
miglioripassegginitrio.it