Passeggini trio con poggiapiedi reclinabile: migliori prodotti di Ottobre 2021, prezzi, recensioni

I passeggini trio con poggiapiedi reclinabili sono perfetti per seguire i bambini dalla nascita fino al compimento dei 3 anni se non oltre. Il trio è anche conosciuto dalle mamme come sistema modulare, una sola base con 3 possibili accessori da utilizzare a seconda dell’età del piccolo. Ma cerchiamo di capire come fare la scelta migliore per i nostri piccoli.

Cos’è il sistema modulare

I sistemi modulari più comunemente chiamati passeggini trio permettono di agganciare allo stesso telaio 3 componenti differenti, in particolare:

  • navicella 
  • seggiolino auto
  • seduta del passeggino

La nascita di questo accessorio la si deve alla voglia di semplificare la vita dei genitori e di ridurre le spese a cui essi vanno incontro nel momento in cui un piccolo viene al mondo. Insomma un’unica soluzione, per 3 prodotti indispensabili per portare il piccolo ovunque fin dalla nascita.

Il trio si distingue dal 2 che in genere combina navicella e passeggino, escludendo il seggiolino auto che poi i neo genitori dovranno acquistare separatamente, oppure le soluzioni seggiolino e passeggino, per chi vuole bypassare la navicella.

In ogni caso, il mercato offre non poche possibilità di scelta ad ogni genitore, con modelli diversi tra cui scegliere a seconda di quali sono le proprie esigenze.

Passeggino trio: com’è fatto

In genere tutti i modelli di passeggino trio hanno:

  • seduta reversibile e schienale reclinabile
  • un parapioggia, borsa cambio e copertina per navicella o passeggino
  • possono essere più o meno adatti alla città o alle gite all’aperto
  • hanno una struttura più pesante se confrontata a quella dei passeggini singoli, ma questo semplicemente perché deve durare per un tempo maggiore e viene utilizzata in maniera differente

Le componenti

I passeggino modulari, come già accennato si compongono di:

  • navicella: il primo mezzo di trasporto del neonato. Il piccolo può stare in posizione sdraiata, quella più congeniale si suoi primi mesi di vita. Alcune navicelle sono anche omologate per auto, ma a dire il vero si tratta di mosche bianche
  • ovetto: o seggiolino auto, ha una portata 0/13, si può utilizzare o agganciato al telaio per trasportare il piccolo che riesce a stare seduto autonomamente, oppure agganciato all’auto come seggiolino per i viaggi in assoluta sicurezza. La combinazione ovetto + telaio viene chiamata “Travel System
  • seduta del passeggino: completa di cappottino e cinture di sicurezza. A volte viene aggiunto un materassino imbottito per i più piccoli. In genere è reversibile, questo vuol dire che il bambino può viaggiare sia fronte strada che fronte mamma a secondo dell’età in cui viene utilizzato. Lo schienale della seduta, inoltre è sempre reclinabile, per permettere al bambino di fare i suoi riposini. Inoltre la maggior parte dei modelli di seduta del passeggino sono dotati anche di poggiapiedi reclinabile, che permette al bambino di assumere la posizione per lui più congeniale. che sia perfettamente seduto o leggermente sdraiato comunque il bambino non subirà colpi e non starà in posizione scomoda.

Passeggino trio: perché sceglierlo

Ma veniamo al dunque, quali dovrebbero essere le motivazioni che ti spingono ad acquistare un passeggino trio?

Come già detto il passeggino modulare che sia trio o duo ha un unico telaio su cui agganciare una delle sedute a seconda dell’età del bambino. Un vero e proprio mezzo di trasporto che non solo solo è studiato per il confort del bambino, ma anche per la sua sicurezza. Il trio è una sorta di formula senza pensieri che permette a mamma e papà di compiere un acquisto ed utilizzarlo fino ai 4 anni del piccolo e questo è il primo tra i punti a favore, se non il principale.

Inoltre il gran numero di modelli che il mercato mette a disposizione permette anche a ogni genitore di scegliere in base a quelle che sono le proprie esigenze di movimento e di utilizzo, puntando a una versione più compatta, piuttosto che una ingombrante.

Passeggino trio: i perché no

Ovviamente non sempre il passeggino trio si rivela la scelta migliore. Innanzitutto la struttura dovendo offrire un supporto duratura nel tempo, sia rivela più pesante e spesso anche più ingombrante di un passeggino singolo, con chiusura pocket. Inoltre generalmente non si rivela molto agile nella guida e questo porta non pochi problemi soprattutto a tutti quei genitori che abitano in città e sono abituati a spostarsi con i mezzi pubblici.

Le soluzioni più snelle sono sicuramente altre e non il passeggino trio che si rivela ingombrate sia da aperto che da chiuso, anche se a dire il velo la lotta delle case produttrici si sta giocando sempre più sulla capacità di ridurre peso e ingombro, con soluzioni smart.

Insomma al momento dell’acquisto sono diversi gli aspetti da valutare per non trovarsi con un oggetto non solo inutile ma anche veramente poco pratico. Non basare la tua scelta unicamente sul prezzo, ma piuttosto sul peso e sulla maneggevolezza, sulla possibilità di sdraiare completamente la seduta e di far viaggiare il piccolo comodo e sicuro.

Nata a Torre del Greco in provincia di Napoli il 24 settembre 1990, dopo il diploma al Liceo delle Scienze sociali la mia istruzione ha subito una virata verso la Facoltà di Economia, che ho abbandonato a 6 esami dalla laurea, ma che prima o poi finirò. Amante della scrittura e della lettura, ho intrapreso la mia carriera da Copywriter quando aspettavo il mio gioiello Lorenzo Maria e da allora non ho fatto altro che studiare e migliorare nel mio campo.

Back to top
menu
miglioripassegginitrio.it