Guida all’acquisto dei passeggini trio: consigli per la scelta, tipologie, caratteristiche, accessori, prezzi, marche

La scelta del passeggino, che accompagnerà il tuo bimbo per almeno tre anni, non è mai facile e va intrapresa con cura. Non importa quale tipo di passeggino si stabilisca di acquistare, è necessario però preferire con attenzione il modello che dovrà accontentare le vostre esigenze e donare comfort al vostro bebè.

La soluzione Trio è una delle catalogazioni più popolari, e dalle noti più felici. Presenta infatti molti privilegi che incoraggiano i genitori ad considerarlo. Anzitutto può rappresentare il passeggino primario perché è adoperabile dalla nascita fino ai tre anni e più. Nei primi tempi, potrete usare in modo particolare la sua struttura “ovetto” come un seggiolino auto così da non dover trasportare il vostro bambino che dorme in automobile, potrete infatti collocare la “culla” nella vostra vettura, agganciandola e poi riportarla a casa, liberando anche dello spazio utile. Poi inizierete ad usare le altre due componenti di questo funzionale meccanismo “tre in uno” ovvero il passeggino e la navicella.

Ci sono molti passeggini trio in commercio, oggi; da quelli per genitori che usano il congegno per delle passeggiate riposanti (che potrebbero favorire il modello con maniglione unico) a quelli che vivono in modo energico ogni passeggiata (potrebbero eleggere il maniglione del telaio separato) a quelli sportivi (che possono procacciarsi il modello “jogging”).

Come scegliere il trio

I passeggini trio, per le loro particolarità strutturali, sono atti ad accompagnare bambini neonati e bambini piccoli. Verificando il costo e la delicata fase di utilizzo, durante la valutazione è bene provare la presenza di alcune peculiarità. Appuriamole insieme.

Il tipo di Telaio

Opta per un trio che sia favorito da un passeggino con telaio leggero, perché dopo pochi mesi, sarà l’elemento del trio che adopererai per più tempo. Sul mercato ve ne sono di acciaio e di alluminio, quindi più ponderosi ma solidi e più leggeri ma pratici. Il peso del passeggino, in sé, è redatto in tutte le schede tecniche. Sfoglia quindi tutte le specifiche del modello prima di intraprendere la scelta finale.

Il Maniglione

Il trio può essere formato da un passeggino con maniglione unico o doppi manici. Il maniglione unico accorda di spingere il passeggino anche con una unica mano e di condurlo con più praticità. Con i due manici, invece, hai l’opportunità di agganciare delle buste o una borsa, se non è troppo colma (dettaglio non trascurabile), anche se si può sempre conservare gli acquisti nel cestello sottostante la struttura.

La Chiusura

Soffermatevi sull’aspetto della chiusura dell’elemento passeggino. Se si chiude a ombrello, devi essere certo che acceda al bagagliaio della tua macchina. Le chiusure a libro delle ultime gamme in commercio invece, sono consigliate poiché si risparmia spazio. Tuttavia la chiusura a ombrello è più comoda se fruisci dei mezzi di trasporto pubblici mentre quella a libro, è più atta a chi vuol proseguire con una sola mano. In ogni caso, compara le dimensioni del passeggino da chiuso prima dell’acquisto e mettile a confronto con quelle del tuo bagagliaio. Se, una volta chiuso, il trio può entrare nella tua auto, può essere considerato.

La Seduta

Se l’esigenza è quella di servirsi del passeggino fino a circa 2 anni del bambino, l’esemplare di riferimento deve avere una seduta che possa ospitare fino ai 15 kg di peso. In caso contrario, dopo i 10 mesi circa, la seduta potrebbe incominciare a non reggere ed a farsi pesante da spostare oppure non poter alloggiare in maniera confortevole il bimbetto.

È bene poi che il passeggino sia trasformabile fronte mamma- fronte strada, per poter girare la seduta di fronte a te o verso la strada, e che abbia una seduta larga per accogliere il bambino anche quando sarà più grande.

Quando nelle schede prodotto trovi la dicitura “materassino riduttore”, significa in genere che la seduta è piuttosto larga e adatta a bambini dai 6 mesi in poi. Con il materassino riduttore, impiegabile appunto sulla seduta per ridimensionare lo spazio all’interno della stessa, puoi sfruttare il passeggino anche per il bambino più piccino di 6 mesi.

Ti raccomandiamo ad ogni modo di esaminare le dimensioni della seduta, con particolare riferimento alle misure collegate alla larghezza del passeggino.

Confronta questa misura con la larghezza delle porte della tua casa, per assicurarti un passaggio semplice. Apprendendo le misure del telaio e quelle della seduta, infine, prima di acquistare, accertati che il passeggino possa essere inserito nel bagagliaio della tua vettura.

Le Ruote

Le quattro ruote rendono il passeggino più fermo, le tre ruote lo rendono più maneggiabile su aree di campagna, ed eventuali strade prive di asfalto. Se quindi abiti in città, ti piace uscire a piedi e prevedi di deporre sul passeggino diversi carichi come sacchetti da shopping, allora prediligi la stabilità di un 4 ruote. Qualora invece facessi lunghe camminate, gite o abitassi in territori caratterizzati da percorsi poco agibili, decidi per il trio che espone un passeggino a 3 ruote.

Ancora, laddove dovessi scegliere invece un modello di Trio piuttosto voluminoso, rileva che almeno le ruote siano estraibili. Nella quotidianità, sarà una importante economia di tempo e fatica. Potrai infatti disgiungerle dall’elemento telaio quando dovrai metterti in viaggio.

La Navetta

Una navetta ideale non può essere pesante e i suoi tessuti interni sono traspiranti oltre che di un certo livello di qualità. Se la tua intenzione è quella di utilizzare la navetta come culla anche quando sei in casa, oltre a considerare gli elementi appena descritti, ti consigliamo di comperare disgiuntamente un buon materassino anti-acari.

L’Ovetto

Ti distogliamo vivamente dall’idea di agganciare il seggiolino in auto attraverso cinture di sicurezza perché, accade spesso che il fissaggio si esegua in modo frettoloso a scapito della tranquillità di tuo figlio. Meglio riscontrare che l’ovetto abbia un sostegno con sistema isofix integrato: una base che, dotata di ganci, sostenga come sicuro l’aggancio in auto senza cinture.  Tuttavia prima di acquistare un seggiolino auto con sistema Isofix, riprova che la tua auto sia predisposta al sistema, altrimenti sarà una spesa inutile.

I Tessuti

Ti proponiamo di comprare modelli con tessuti completamente sfoderabili e lavabili. Dovranno, di certo, essere puliti regolarmente poichè i bimbi tendono a mangiucchiare, di continuo, anche quando sono all’interno degli abitacoli.

Le marche

Alcuni marchi si contrassegnano per affidabilità e per le caratteristiche riconosciute nel tempo; tra questi, abbiamo valutato: Trio Chicco, Trio Foppapedretti, Trio Inglesina, Trio Janè, Trio Peg Perego, Trio Cybex, Trio Junama, Trio inglesina, Trio Adamex, Trio Venicci, Trio Quinny, Trio Tutis, Trio Bhoop, Trio Baby Jogger, Trio Mima, Duo Joolz, Bumprider sistema “connect”, Maclaren.

I modelli trio esibiti da questi brand infatti offrono apprezzabili funzionalità, sono inoltre favoriti da contenitori portaoggetti e sono ripiegabili con una sola mano. Ricordate che tutte le parti di ricambio saranno reperibili più facilmente in relazione al brand; una marca popolare sarà in maggior misura diffusa e non dovrebbe essere difficoltoso reperirne eventuali parti.

Alcune varietà proposte da questi brand sono favorite da sistemi di sicurezza quali imbottiture laterali per gli impatti e cinghia con 5 punti, oltre ad sospensioni e freni di alta qualità. La manovrabilità muta da un modello all’altro quindi collauda almeno un paio di esempi prima di procedere con la scelta definitiva. I colori a disposizione sono parecchi, più o meno elaborati, ma una opinione è quella di rivolgere lo sguardo verso colori neutri, così che qualora voleste riciclare il trio, dopo tempo, non sarete poi influenzati  da una trama particolare o da una tinta esclusiva.

Livia Carandente è una giornalista napoletana. Laureata in Comunicazione, ha collaborato con diverse testate, cartacee e televisive, e diretto dei magazine. E’ autrice e conduttrice del format televisivo “Le vie del Cuore”, dedicato a storie di fede. E’ autrice del romanzo “Quanti figli hai?”, edito da Tau. Insegna “Psicologia della Comunicazione attraverso i simboli” . Scrive di infanzia e tutto ciò che intorno ad essa ruoti. È moglie e mamma.

Back to top
menu
miglioripassegginitrio.it