Quando hai un bimbo piccolo, la scelta del passeggino si rivela tutt’altro che semplice e scontata. Sarà proprio il passeggino, infatti, ad accompagnarlo nei primi anni della sua vita!

Per questo motivo, sono tanti i fattori da considerare per scegliere quello giusto, quello che più si adatta alle tue esigenze e a quelle del tuo bambino, rendendosi più congeniale al vostro stile di vita.

Sicuramente, tra i tanti offerti dal mercato, la soluzione Trio è quella più gettonata, poiché offre diversi modelli dalle diverse caratteristiche.

Nello specifico, i passeggini Trio sono costituiti da un sistema modulare. Questo significa che sono dotati di un telaio strutturato sul quale è possibile abbinare dei diversi sistemi, ovvero: l’ovetto, il passeggino e la carrozzina.

Questo tipo di sistema è pensato appositamente per essere in grado di accompagnare il piccolo nella sua crescita, passo dopo passo, dalla nascita fino ai tre anni.

Vediamo più nello specifico alcune delle caratteristiche che strutturano questi passeggini…

Impugnature

I passeggini Trio possono essere dotati di un’impugnatura a maniglione unico oppure a doppio manico. Entrambe le tipologie risultano egualmente comode. L’unica differenza può stare nel fatto che il maniglione unico offre la possibilità di portare il passeggino anche con una sola mano in caso di bisogno.

Telaio

Rispetto ai passeggini non modulari, i Trio sono dotati di un telaio più pesante. Questo perché, a differenza dei primi, devono essere in grado di supportare adeguatamente il peso dei sistemi che vi vengono abbinati.

Naturalmente, alcuni modelli Trio sono comunque costituiti da telai più leggeri rispetto ad altri. Dunque sarebbe buona norma valutare attentamente le schede tecniche del prodotto e cercare di non scegliere un modello dal telaio troppo pesante, che col tempo potrebbe risultare un po’ scomodo.

Sistema frenante

In quanto al sistema frenante, solitamente le tipologie più comuni sono due.

Alcuni passeggini, ad esempio, sono dotati di sistema con freno a barra. In questo caso, dunque, vi è un solo freno che ha il compito di entrambe le ruote posteriori del passeggino.

Altri, invece, possono essere dotati di un sistema singolo, dunque costituito da un freno per ognuna delle ruote posteriori.

Entrambe le tipologie di freni si avviano semplicemente utilizzando il piede.

Sicurezza dei moduli

Naturalmente la sicurezza è un fattore fondamentale nella scelta di un Trio. Ma allora quali sono le caratteristiche da valutare a riguardo? Vediamo nello specifico…

Passeggino

Per quanto riguarda il passeggino, le caratteristiche da valutare sono:

  • Cinture di sicurezza: I vari modelli possono offrire cinture con chiusure a tre o cinque punti di attacco, e possono essere costituiti da diversi materiali, che possono rivelarsi più o meno resistenti.
  • Cuscinetti delle bratelle: E’ importante valutare la comodità e l’imbottitura dei cuscinetti delle bratelle, in modo da assicurare un adeguato livello di comfort al piccolo, evitando strofinamenti di pelle con conseguenti irritazioni.
  • Barra di protezione: Naturalmente la barra di protezione è importantissima, in quanto ha il compito di proteggere il piccolo.

Carrozzina

Per quanto riguarda la carrozzina, non ci sono dei sistemi di sicurezza particolari, tuttavia ci sono alcune piccole caratteristiche da tenere in considerazione, come ad esempio l’imbottitura della struttura interna. Un’adeguata imbottitura, infatti, può aiutare ad evitare ad attutire adeguatamente eventuali colpi improvvisi.

Seggiolino auto

  • Omologazione: Naturalmente, è fondamentale assicurarsi che il seggiolino sia omologato secondo le normative vigenti. Questo assicura il fatto che rispetti determinati standard di sicurezza, rendendolo effettivamente sicuro per il bambino.
  • Sistemi antiurto: La struttura interna del seggiolino deve essere dotata di cuscini e imbottiture interne ben fatte, che possano ammortizzare in maniera adeguata gli eventuali urti in viaggio.
  • Sistema Isofix: Rispetto al semplice fissaggio del seggiolino con le cinture di sicurezza, il sistema Isofix offre certamente una maggiore sicurezza in viaggio. Questo sistema, grazie agli appositi ganci, consente di fissare il seggiolino in modo stabile e sicuro senza l’utilizzo delle cinutre dell’auto.

La seduta

Quando si valuta tra i diversi modelli Trio, è importante prendere in considerazione anche il tipo di seduta.

Alcuni passeggini sono dotati di seduta fronte mamma, mentre altri forniscono invece una seduta fronte strada. Alcuni modelli, però, offrono la possibilità di modificare l’adattamento di direzione. Naturalmente, questa è una caratteristica che può rivelarsi decisamente utile quando il piccolo inizia a crescere.

Se la necessità è quella di impiegare il passeggino fino a circa 2 anni del bambino, il modello di rapporto deve avere una seduta che possa ospitare fino ai 15 kg di peso. In caso opposto, dopo i 10 mesi circa, la seduta potrebbe incominciare a non reggere ed a farsi pesante da spostare oppure non poter ospitare in maniera comoda il bimbo.

Le ruote

Probabilmente non tutti lo sanno, ma anche la scelta delle ruote è particolarmente importante.

Naturalmente esistono diverse tipologie di passeggini, che si rivelano più o meno adeguati in base alle varie esigenze. Ad esempio, un passeggino a 4 ruote è molto solido e offre maggiore stabilità, rivelandosi dunque particolarmente indicato per le strade di campagna o comunque non asfaltate. D’altro canto, un passeggino a 3 ruote può rivelarsi più indicato per percorsi poco agibili o per lunghe passeggiate.

Ad ogni modo, sarebbe bene accertarsi di acquistare un modello dalle ruote grandi e abbastanza imbottite, in modo che possano ammortizzare meglio e proteggere il bambino in maniera adeguata.

Altri piccoli accorgimenti

Sarebbe bene prestare attenzione anche ai materiali e ai tessuti di cui sono composti i moduli. Ad esempio, valutare un materassino anti-acari per la navetta sarebbe decisamente raccomandato.

Allo stesso modo, potrebbe essere molto utile accertarsi di acquistare modelli composti da tessuti completamente sfoderabili. Questo consentirà di poterli estrarre con molta facilità e lavarli quando necessario.

Una navetta ideale non può essere pesante e i suoi tessuti interni sono traspiranti oltre che di una certa qualità. Se la tua finalità è quella di impiegare la navetta come culla anche quando sei in casa, oltre a studiare gli elementi appena descritti, ti consigliamo di acquistare distintamente un buon materassino anti-acari.

I migliori brand

Esistono molti ottimi brand che sono molto noti per la loro affidabilità ed efficienza.. Alcuni di questi possono essere: Trio Chicco, Trio Foppapedretti, Trio Peg Perego, Trio Cybex, Trio inglesina, Trio Adamex, Trio Venicci, Trio Quinny, Trio Tutis, Trio Inglesina, Trio Bhoop, Trio Baby Jogger, Trio Junama, Trio Mima, Trio Janè, Duo Joolz, Bumprider sistema “connect”, Maclaren, e così via.

Naturalmente questo non significa che bisogni scegliere necessariamente uno dei brand più diffusi a discapito di altri. Tuttavia, bisogna tenere in considerazione che eventuali parti di ricambio, nel caso di grandi marchi, saranno più facilmente reperibili. Questo magari potrebbe invece risultare più difficoltoso nel caso di un brand minore.

Accessori su richiesta

Oltre a tutti i componenti previsti in dotazione del Trio, è possibile a volte abbinare alcuni accessori acquistandoli separatamente.

Ad esempio, uno di questi potrebbe essere il parapioggia. Questo accessorio ha naturalmente la funzione di proteggere il piccolo dalla pioggia, tenendolo ben riparato.

Un altro accessorio particolarmente utile potrebbe essere la cappottina, che ha il compito di filtrare i dannosi raggi solari, proteggendo la delicata pelle del bambino. Allo stesso modo, anche la zanzariera può fornire un ottimo aiuto quando, nella stagione estiva, le zanzare non danno tregua.

In più, anche il coprigambe è un’aggiunta che può rivelarsi molto utile, in quanto è pensato appositamente per proteggere le gambe del piccolo dalle rigide temperature invernali.

E’ possibile poi scegliere di abbinare altri accessori che, a differenza dei precedenti, sono più incentrati sulla comodità della struttura in generale che sulla protezione del bambino.

Ad esempio, alcuni di questi possono essere il cesto portaoggetti o il portabiberon. Quest’ultimo, in particolare, consiste in un vano che si può collegare al maniglione e consente di riporvi il biberon.

Naturalmente, l’abbinamento di uno o più accessori opzionali, non potrà che influire sul prezzo finale del passeggino. Va da sé che la variazione può essere più o meno alta, in base al numero di accessori che si sceglie di aggiungere. In questo caso è bene fare un’attenta valutazione di quali accessori si ha effettivamente bisogno, in modo da effettuare una spesa più consapevole.

Acquistare un passeggino Trio online

La rete, si sa, è in grado di offrire un’ampia gamma di prodotti e di offerte spesso molto convenienti. Allora, ci si chiede spesso se sia opportuno affidarsi ai negozi online anche nei casi dei passeggini.

Sicuramente la risposta è positiva. Tuttavia, visto che in questo caso non si ha la possibilità di visionare tutto di persona, è necessario prestare particolare attenzione a tutte le schede tecniche dei vari modelli, appurando quali sono più adatti alle proprie esigenze. Inoltre, è sempre consigliabile porre al venditore tutte le domande opportune, ove possibile, in modo da risolvere qualsiasi dubbio riguardante il prodotto.

Gli agganci isofix per la sicurezza del bebè

Come accennato in precedenza, la presenza di un aggancio Isofix è un fattore molto importante in fatto di sicurezza poiché consente un aggancio stabile senza l’utilizzo delle cinture dell’auto.

Per questo motivo sarebbe bene domandare sempre al venditore se il seggiolino del Trio ne è provvisto. Bisogna tenere in considerazione, infatti, che la maggior parte delle automobili al giorno d’oggi è dotato di questo tipo di aggancio, pertanto avere un dispositivo compatibile risulterebbe molto comodo, oltre che decisamente sicuro per il bambino.